Usare i livelli di Fibonacci per sapere se un trend si è invertito
2532
post-template-default,single,single-post,postid-2532,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
Livelli di fibonacci

Usare i livelli di Fibonacci per sapere se un trend si è invertito

Usare i livelli di Fibonacci per sapere se un trend si è invertito

Oggi approfondiamo l’utilizzo dei Ritracciamenti di Fibonacci per scoprire come proiettarli sul grafico e identificare i livelli di fibonacci utili alla comprensione del trend in corso.

I livelli di fibonacci sono linee orizzontali sul grafico che troviamo proiettando l’indicatore Fibonacci sul prezzo.

I ritracciamenti di Fibonacci usati come supporto o resistenza possono diventare dei riferimenti per la continuazione o l’inversione del trend analizzato.

Oggi ci concentriamo su come utilizzare i livelli di fibonacci per scoprire se il trend del prezzo si è invertito oppure se abbiamo assistito ad una semplice correzione dei corsi, in analisi tecnica questo è un concetto basilare.

Come usare i livelli di Fibonacci per scoprire quando un trend si è invertito

I livelli di fibonacci possiamo identificarli sul grafico utilizzando appunto l’indicatore Fibonacci.

Utilizzando i ritracciamenti di Fibonacci possiamo capire se il trend analizzato si è invertito oppure se il prezzo ha messo a segno una semplice correzione, verso l’alto o verso il basso.

Prima di identificare i livelli di fibonacci su alcuni grafici di analisi tecnica vorrei tenessi bene a mente la regola di Fibonacci per capire i trend analizzati.

LA REGOLA DI FIBONACCI in analisi tecnica

Quando analizzi un trend con i ritracciamenti di Fibonacci,
devi controllare che la correzione partita non superi il ritracciamento di fibonacci del 61,8% del trend analizzato.
Se il prezzo supera tale livello allora siamo di fronte ad un nuovo trend di direzione contraria.

Questa è la regola da considerare quando identifichiamo i livelli di fibonacci sul prezzo, passiamo a qualche grafico di analisi tecnica e scopriamo come usare l’indicatore fibonacci.

Nelle analisi che vado ad effettuare con i ritracciamenti lascerò solo il livello del 61,8%, questo perché abbiamo bisogno di sapere quando il trend viene considerato invertito e non una semplice correzione della tendenza analizzata.

Usare tutti i livelli di Fibonacci come supporto e resistenza è un argomento che affronteremo in un altro articolo, per ora focalizziamoci sul ritracciamento di 61,8%.

COME USARE I LIVELLI DI FIBONACCI SUL GRAFICO

Nel grafico di analisi tecnica che ti mostro sotto ho tracciato l’indicatore fibonacci lasciando segnato solo il livello del 61,8% di ritracciamento.

Gli altri livelli di fibonacci li ho nascosti volutamente come spiegato prima.

Analizziamo il trend principale su cui ho calcolato il ritracciamento, precisamente le candele del trend tenute in considerazione sono quelle che ho indicato con la freccia blu tratteggiata, che parte dal minimo in basso e tocca il massimo in alto.

Quello è il trend su cui ho proiettato i livelli di fibonacci.

Come usare fibonacci

Per usare Fibonacci dobbiamo partire dal massimo del trend dove è iniziata la correzione verso il basso e tenerlo come punto di riferimento per il calcolo dell’indicatore.

La correzione ha spinto il prezzo verso il basso arrivando a ridosso del ritracciamento di fibonacci del 61,8%, rompendolo a ribasso.

Stando alla regola di fibonacci vista prima, se le candele dovessero confermarsi sotto tale livello allora la discesa dei prezzi non sarà una correzione del trend principale ma sarà un trend a ribasso di direzione contraria.

Grazie ai livelli di fibonacci identificati possiamo capire come comportarci in fase di analisi grafica e anche operativa per le nostre proiezioni di Borsa.

Stando a quanto analizzato non dovremo più cercare punti di ingresso long sperando che il trend rialzista riprenda la sua strada, ma sarà più opportuno cercare livelli di prezzo dove entrare short per sfruttare il nuovo trend ribassista.

Per quanto riguarda l’operatività bisognerebbe aprire un capitolo a parte, non è detto che non sia sensato entrare in acquisto sul titolo per sfruttare i rimbalzi del prezzo. Ma se la tua operatività si basava sulla tendenza rialzista identificata, i livelli di fibonacci ti stanno suggerendo che il trend è seriamente compromesso.

TRACCIARE I LIVELLI DI FIBONACCI SUI TREND IDENTIFICATI

Utilizzare fibonacci e i livelli identificati sui vari trend ci aiuta a capire se le tendenze sono destinate a finire o a continuare.

Riprendiamo lo stesso grafico di prima con i livelli di fibonacci segnati sul trend maggiore a rialzo.

Possiamo utilizzare l’indicatore fibonacci anche sulla tendenza più breve ribassista, quella che probabilmente ha sostituito il trend maggiore, anche se abbiamo ancora bisogno di conferme da parte del prezzo.

Identifichiamo il ritracciamento di Fibonacci 61,8% sul trend ribassista.

Livelli di fibonacci sul trend ribassista

Il trend ribassista per il calcolo dell’indicatore è indicato con la freccia blu tratteggiata, il ritracciamento del 61,8 è quello indicato con la freccia rossa.

Per il calcolo dei ritracciamenti sul trend ribassista prendiamo il massimo e il minimo dove è partito il rimbalzo verso l’alto (quindi una correzione dei prezzi in direzione contrari alla spinta principale).

Calcolare il livello di fibonacci del 61,8% del trend ribassista serve a capire se la nuova tendenza a ribasso verrà smentita o meno.

Se il trend ribassista analizzato verrà subito smentito (quindi il prezzo si stabilizzerà oltre il livello del 61,8%), allora assisteremo probabilmente ad una ripresa della spinta verso l’alto da parte del trend rialzista maggiore. Altrimenti tutto dipenderà dal livello del 61,8% del trend rialzista analizzato in precedenza.

Grazie ai livelli di fibonacci identificati con l’indicatore possiamo analizzare il trend ribassista più nel dettaglio per trovare livelli chiave da sfruttare.

Avviciniamo l’inquadratura sulle candele giapponesi e cerchiamo dei livelli operativi sfruttabili, possiamo ad esempio lasciare tracciati tutti i livelli per utilizzarli come resistenza statica per il prezzo.

Se vuoi scoprire come tracciare supporti e resistenze sul grafico ti rimando a questo mio post dove tra le altre cose parlo anche dei Ritracciamenti: Supporti e Resistenze.

Ritracciamenti di Fibonacci come resistenza

Sul grafico ho lasciato tracciati tutti i livelli di Fibonacci, ovvero il ritracciamento di 38,2%, 50%, 61,8%.

Avrai notato che nelle piattaforme di trading viene usato anche il livello di fibonacci del 23,6%, io personalmente non lo utilizzo perché risulta meno sentito dal mercato. Lascio a te la facoltà di sperimentare se funziona oppure no.

I 3 livelli di fibonacci principali sono da usare come riferimento per il trend ribassista, possiamo tracciare una trend line per avere più chiara la situazione grafica.

Analisi tecnica con Indicatore Fibonacci

Ho disegnato una trend line che contiene il trend ribassista e ho disegnato un’ipotetica evoluzione dei prezzi nel tempo. Finché il trend ribassista rimane intatto quella sembra l’ipotesi più accreditata del movimento del prezzo.

Ma come avrai notato l’analisi tecnica con i livelli di fibonacci è stata fatta su di un grafico con time frame settimanale, adesso dobbiamo passare al grafico giornaliero per cercare livelli chiave sfruttabili.

TRACCIARE I LIVELLI DI FIBONACCI SU DIVERSI TIME FRAME

Vediamo i livelli di fibonacci sul grafico giornaliero, se vedi differenza di prezzo, e candele, sappi che l’articolo l’ho scritto in più giorni e il prezzo nel frattempo si sta muovendo.

Calcoliamo i ritracciamenti di fibonacci sul time frame giornaliero, osserva il grafico qui sotto.

Livelli di fibonacci grafico giornaliero

Situazione molto simile al grafico settimanale.

Prezzo che sembra intenzionato ad andare a toccare il ritracciamento di fibonacci del 38,2% dove transita anche la trend line ribassista (freccia rossa).

Dobbiamo stare attenti che le candele non superino il livello di fibonacci del 61,8% (freccia verde), in quel caso il trend a ribasso verrà smentito e la discesa dei prezzi sarà una correzione del trend maggiore rialzista.

Anche se abbiamo già visto che il livello del 61,8% del trend rialzista settimanale è già stato rotto a ribasso, non abbiamo ancora avuto conferme dal prezzo, per conferme intendo la creazione di più minimi sotto tale livello.

Se osservi il grafico settimanale analizzato prima con i livelli di fibonacci tracciati, vedrai che c’è solo un minimo sotto il ritracciamento del 61,8%.

Tracciare i livelli di Fibonacci su diversi trend, e sui vari time frame, aiuta a chiarire le varie tendenze in corso sul prezzo.

I trend in analisi tecnica sono di diverse durate e per riconoscerli serve pratica sui grafici del prezzo. Ti rimando a questo articolo se vuoi capire cos’è un trend di Borsa e come si identifica: Il trend

In questi giorni che sto ultimando l’articolo il prezzo del titolo analizzato (Mediaset), ha messo a segno un rimbalzo non indifferente, complice la spinta rialzista che si è verificata sul nostro indice FtseMib.

Se riprendiamo il grafico settimanale, questa volta osservandolo l’8 dicembre, l’ultima candela verde si sta spingendo con forza di nuovo sopra il livello di Fibonacci del 61,8%. Proprio il livello che stabilisce se il trend rialzista di lungo corso sarà destinato a durare oppure no.

Ritraicciamento di fibonacci su trend settimanale

Se la regola di Fibonacci spiega che il prezzo non può superare il 61,8% della strada percorsa, per il titolo Mediaset tale livello è davvero importante.

In questi esempi grafici abbiamo usato l’indicatore Fibonacci, e i relativi livelli, su entrambi i trend che puoi trovare facendo analisi tecnica, rialzista e ribassista.

Generalmente si parte con l’analisi del trend principale per poi passare alle tendenze più brevi che si presentano sul grafico, serve pratica lo sò. Ma chi prima inizia prima impara 😉

CONCLUSIONI SU COME USARE FIBONACCI SUI TREND DEL PREZZO

Utilizzare i ritracciamenti di Fibonacci nella tua piattaforma di analisi tecnica può migliorare la comprensione dei trend in corso sul grafico.

L’indicatore Fibonacci con i suoi livelli è uno strumento utilizzato da molti trader e qualcuno addirittura fonda la sua strategia di trading proprio su tale indicatore.

I ritracciamenti di Fibonacci funzionano molto bene anche come supporti e resistenze, oggi nel mio sito ho voluto spiegarti in modo facile come tracciare fibonacci sul grafico e cosa guardare per capire se il trend è finito oppure si trova solo in una correzione.

I livelli di fibonacci sono utili su tutti i time frame, ma mi sento di consigliarti di tenerli in seria considerazione quando analizzi i grafici settimanali, spesso risultano dei livelli di supporto e resistenza molto validi.

4 Comments
  • Andrea
    Posted at 01:40h, 18 dicembre Rispondi

    interessante,,,, e spiegato bene… anche se spesso il prezzo rimbalza sul 50% e 38.2%

    • Adriano
      Posted at 11:08h, 19 dicembre Rispondi

      Ciao Andrea, in questo articolo ho spiegato i ritracciamenti di Fibonacci per capire le inversioni di trend. Effettivamente funzionano molto bene anche come aree di supporto e resistenza per il prezzo, in un prossimo articolo affronterò questo argomento

  • Roberto
    Posted at 20:26h, 11 febbraio Rispondi

    in un altro articolo (sempre riferito a Fibonacci e trends) postato su un altro sito, ho letto : “……Posiziona una griglia di Fibonacci dal basso verso l’alto per una tendenza al rialzo e dall’alto verso il basso, per una tendenza al ribasso.”

    E’ corretto agire in questo modo ?

    grazie mille

    • Adriano
      Posted at 09:11h, 13 febbraio Rispondi

      Ciao Roberto, il procedimento per usare i Ritracciamenti di Fibonacci è proprio quello.
      Nei trend rialzisti posizioni l’indicatore sul minimo e lo tracci verso l’alto. Per i trend ribassisti, parti dal massimo e tracci Fibonacci verso il basso.
      In un altro mio articolo spiego proprio questo, prova a cercarlo sul blog.

Post A Comment