Delle buone occasioni di trading su 5 titoli del FTSEMIB: prepara il tuo prossimo trade
3288
post-template-default,single,single-post,postid-3288,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
Occasioni di trading sul FTSEMIB

Delle buone occasioni di trading su 5 titoli del FTSEMIB: prepara il tuo prossimo trade

Delle buone occasioni di trading su 5 titoli del FTSEMIB: prepara il tuo prossimo trade

Oggi ho deciso di analizzare 5 titoli del FtseMIB che si trovano in buone situazioni grafiche.

Alcuni grafici sono da tenere sotto controllo per un’operatività quasi immediata altri invece hanno bisogno che il prezzo sviluppi ancora qualche movimento.

Apri la tua piattaforma di trading e corri subito a inserire gli allarmi.

5 buone occasioni di trading

Vediamo in ordine alfabetico i 5 titoli che ho analizzato dal punto di vista esclusivamente grafico, ho analizzato i diversi time frame per trovare dei livelli chiave dove impostare la nostra operatività.

Partiamo subito con il primo grafico

A2A

Titolo in forte trend rialzista che anche in questa settimana ha dato un forte segnale di forza.

Partiamo con l’analisi del grafico settimanale, puoi vederlo qui sotto.

Grafico settimanale a2a

Il trend rialzista osservato da un time frame settimanale sembra molto forte: i massimi e i minimi sono crescenti e le ultime candele hanno rotto a rialzo la resistenza statica in area 1,30€.

Se avviciniamo l’inquadratura alla candela di rottura rialzista vediamo che anche i volumi confermano la spinta verso l’alto.

Candela rialzista su A2a

Di conseguenza possiamo scendere di time frame e vedere come preparare l’operatività sul titolo, analizziamo il time frame giornaliero.

Trend line sul grafico giornaliero a2a

La trend line rialzista sul grafico giornaliero sembra sembra un buon supporto dinamico per il prezzo, anche se la ripidità non è ottimale dobbiamo considerarla.

Ho inserito l’indicatore Super Trend molto reattivo, con il moltiplicatore a 1,5 (di norma è impostato a 3), questo perché può darci degli ottimi segnali di inizio correzione verso il basso.

Nel grafico sotto puoi vedere il prezzo insieme all’indicatore CCI che mostra una divergenza ribassista, non perfetta ma comunque da tenere sotto controllo.

DIvergenza ribassista su a2a

La divergenza non la consideriamo pulita perché l’indicatore ha perforato verso il basso la linea dello zero, in ogni caso è un segnale di potenziale correzione.

Sotto ti mostro il time frame operativo H4, l’ultima candela conferma l’analisi.

Titolo a2a time frame H4

L’ultima candela del grafico a 4 ore è una sorta di Hammer, venuta fuori sui massimi precedenti.

A questo punto operativamente parlando l’ideale è aspettare una correzione del prezzo per entrare long sulla debolezza. Prio riferimento sulla trend line rialzista.

Se ci arriverà valuteremo insieme l’operatività.

ATLANTIA

Se analizziamo il titolo Atlantia da un time frame settimanale notiamo un periodo laterale davvero notevole.

Titolo atlantia in trading range

Il prezzo nelle ultime candele si è portato oltre il massimo del trading range ma la candela di chiusura di quest’ultima settimana sembra parecchio indecisa.

È una candela chiamata Spinning Top, candela che esprime indecisione sulla prossima direzione.

Scendiamo di time frame e analizziamo il grafico giornaliero.

Analizzando il grafico daily vediamo ancora meglio come il prezzo, dopo la rottura a rialzo della resistenza statica in area 24,30€ circa, si è riportato sotto.

Operativamente parlando queste situazioni non sono ottimali ma può aver senso entrare a rialzo sulla ripresa, con rottura dell’ultimo massimo, verso l’alto. Oppure aspettare che il CCI scarichi definitivamente l’ipercomprato per valutare un long.

Se l’indicatore scende ma il prezzo continua a rimanere lì sopra allora è un buon segnale sulla spinta del titolo, in questo caso il long sulla rottura verso l’alto è davvero da considerare.

Altrimenti come primo supporto abbiamo la trend line rialzista tracciata nel grafico. Il grafico H4 mostra la medesima situazione.

AZIMUT

Il titolo Azimut mostra delle buone occasioni di trading, partiamo dal grafico settimanale.

Analisi tecnica Azimut

Nonostante la rottura verso l’alto sia avvenuta in divergenza ribassista si è rivelata buona (anche se ancora la strada verso l’alto non è ripartita).

Il prezzo dopo aver rotto la trend line ribassista ha messo a segno qualche candela verso l’alto per poi iniziare la correzione verso il basso. Oggi possiamo considerare questo movimento ancora un pullback rialzista, e se davvero fosse così i target sono notevoli.

Ma andiamo con calma e vediamo il grafico giornaliero.

grafico giornaliero Azimut

Nel grafico giornaliero notiamo che il primo supporto per il prezzo, dato dalla trend line rialzista, è stato perforato verso il basso. Il primo sostegno è andato.

Poche candele fa il prezzo ha trovato supporto in area 15,35€ circa, che coincide con un gap messo a segno tempo prima.

Questo è livello dove nel breve le quotazioni non devono scendere se vogliamo sperare in una ripresa del trend verso l’alto.

Vediamo il grafico H4 per chiudere questa analisi.

Analisi grafico H4 Azimut

Le ultime candele del grafico a 4 ore sembrano propendere per una salita dei prezzi, sicuramente le grosse candele rosse che ti ho indicato saranno delle resistenza non indifferenti, ma se le supera la salita sarà lanciata.

BANCA MEDIOLANUM

Qualche tempo fa avevamo analizzato il grafico giornaliero del titolo Mediolanum trovando una figura di analisi tecnica, chiamata triangolo, dove proiettando il target il movimento era davvero interessante.

La strada ipotizzata si è verificata (linea tratteggiata arancione) peccato che poi il titolo ha iniziato una forte correzione.

Grafico giornaliero Banca Mediolanum

Come vedi dal grafico la spinta all’uscita del triangolo è stata forte e decisa e il target è stato toccato, oggi il titolo ha corretto verso il basso.

Passiamo a vedere cosa dicono le candele nel grafico settimanale.

Grafico settimanale Mediolanum

Il trend de prezzo nel grafico settimanale vediamo che arriva da una forte direzionalità verso l’alto, ma nell’ultimo periodo (riquadro arancione) si trova in un grosso e pronunciato trading range.

I massimi fatti dal prezzo non riescono a superare l’area di resistenza che troviamo in area 7,60€ circa (questo è il primo livello di resistenza statica importante).

Per trovare un supporto e avvicinarci al prezzo possiamo tracciare una trend line rialzista che collega i minimi crescenti dell’area di trading range.

Te lo mostro qui sotto.

BANCA MEDIOLANUM trend line settimanale

Questa è la trend line rialzista di breve sul grafico settimanale.

Ti ho indicato con delle frecce rosse i punti di contatto con la trend line per farti notare come le ombre delle candele siano pronunciate verso il basso, questo significa che a quei livelli il prezzo è sempre stato respinto in modo deciso.

Passiamo all’analisi del grafico giornaliero.

Analisi titolo Mediolanum

I livelli sul grafico giornaliero da tenere sotto controllo sono questi: trend line di lungo corso ribassista e trend line rialzista di medio periodo.

Ho lascito tracciata la trend line che identificata il famoso triangolo per farti vedere come il prezzo, facendo un pullback dopo la sua rottura, abbia trovato supporto in modo millimetrico.

Avviciniamo l’inquadratura e vediamo la possibilità operatività.

Operazioni sul titolo Mediolanum

Guardando dove si trova il prezzo balliamo un po’ nella terra di mezzo, l’ideale è aspettare il titolo avvicinarsi ad una delle due aree che ti ho evidenziato per valutare poi l’entrata a rialzo o a ribasso.

L’unica cosa che possiamo fare è seguire la tendenza più da vicino con il grafico h4.

Mediolanum grafico h4

Una trend line sembra il riferimento più giusto per seguire il prezzo, se arriva sulla resistenza rispettando questa trend line rialzista sarà un ottimo riferimento per trovare possibili short alla sua rottura.

BANCO BPM

Il prezzo di Banco BPM è intrappolato in un grosso trading range identificato molto bene dal grafico settimanale.

Prezzo laterale Banco BPM settimanale

Vedo però che i volumi sono in forte aumento, significa che su questi livelli la partecipazione del mercato è molto forte. Il livello minimo dell’area laterale è un ottimo supporto per il prezzo.

Vediamo nel grafico giornaliero il prezzo ingabbiato nel rettangolo e i possibili target nel caso di fuoriuscita.

Rettangolo sul titolo Banco BPM

Il primo target lo troviamo al livello proiettando l’altezza della figura, il secondo target decisamente più ambizioso lo troviamo proiettando la lunghezza dell’area di congestione.

Ovviamente valuteremo un passo alla volta, degli sviluppi simili hanno bisogno di parecchio tempo per evolversi.

No Comments

Post A Comment