SUPPORTI e RESISTENZE: tracciarli (correttamente) sul grafico
1085
post-template-default,single,single-post,postid-1085,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
Supporti e resistenze

SUPPORTI e RESISTENZE: tracciarli (correttamente) sul grafico

SUPPORTI e RESISTENZE: tracciarli (correttamente) sul grafico

Riconoscere supporti e resistenze in analisi tecnica è un compito che gran parte delle strategie di trading prevede, se lo chiedono tanti trader, ed oggi vediamo come fare trading con supporti e resistenze direttamente sui grafici di borsa.

Come tracciare supporti e resistenze sui grafici di analisi tecnica è un tassello che non può mancare, questo perché sapere dove l’andamento del prezzo ha trovato degli ostacoli, e ha fermato la sua salita o discesa, non può che favorire la nostra operatività.

Come possiamo riconoscere supporti e resistenze importanti?

Ci sono tante tecniche, più o meno valide, oggi affronteremo l’analisi di qualche grafico a candele giapponesi per imparare a stabilire se un certo livello sia un valido supporto o una valida resistenza.

Leggi l’articolo e impara come tracciare supporti e resistenze.

Come tracciare supporti e resistenze sui grafici di analisi tecnica

I supporti e resistenze nel trading sono zone del grafico che il prezzo fatica a superare.

Un supporto è la zona del grafico dove il prezzo, in passato, non è riuscito a superare verso il basso. Una resistenza invece è la zona del grafico che il prezzo, in passato, non è riuscito a superare verso l’alto.

Possiamo fare due distinzioni di supporto e resistenza: i supporti e le resistenze statici e i dinamici.


Supporti e resistenze statiche

Livelli di prezzo che non cambiano valore con l’avanzare del tempo, ne fanno parte i livelli identificati che si presentano in maniera orizzontale sul grafico.
Vengono classificati come resistenze o supporti statici, i Ritracciamenti di Fibonacci, i vecchi massimi e minimi di prezzo, le cifre tonde identificate come soglie psicologiche, ecc ecc.


Supporti e resistenze dinamiche

Le resistenze e supporti dinamici sono quei livelli di prezzo che con l’avanzare del tempo cambiano valore.
Considera le trend-line e le rispettive return line, le medie mobili, ed eventuali indicatori applicati direttamente sul prezzo (ad esempio medie mobili, Supertrend, bande di Bollinger).

Andiamo a vedere come individuare supporti e resistenze di vario tipo

Supporti e Resistenze nel trading

Sul grafico mi sono divertito a tracciare supporti e resistenze, voglio che impari le differenze tra statici e dinamici perché possono davvero aiutarti a migliorare il tuo modo di fare trading.

Le linee orizzontali sono riferite a dei supporti statici (linee orizzontali azzurre) identificati grazie a dei vecchi minimi di prezzo, e dei supporti dati dai Ritracciamenti di Fibonacci (linee azzurre orizzontali tratteggiate).

La linea azzurra più in basso e quella più in alto (non tratteggiate) sono riferite al range (e al trend) utilizzato per il calcolo dei Ritracciamenti di Fibonacci.

Le due trend-line (colorate di marrone), una ascendente lunga e una discendente più breve, sono rispettivamente un supporto ed una resistenza dinamica.

Ho inserito anche una media mobile semplice (sempre marrone) per avere un altro esempio di supporto/resistenza dinamica.

Come detto in precedenza, i supporti e le resistenze dinamiche, cambiano con l’avanzare del tempo.

Avendo capito come tracciare le linee di supporto e resistenza di un titolo possiamo continuare.

Ci sono buone probabilità che il prezzo trovi nuovamente un ostacolo se in un futuro si riavvicinerà a tali livelli? Certo!

Ma come possiamo sapere con certezza se il supporto o la resistenza respingerà le quotazioni oppure si verificherà una rottura?

La risposta è semplice, non lo sapremo mai!

Però, con alcuni accorgimenti, possiamo avere delle buone probabilità di azzeccarci.

Tracciare SUPPORTI e RESISTENZE importanti

Per fare trading con i supporti e le resistenze dobbiamo sapere come tracciare supporti e resistenze correttamente.

Sarebbe inutile riempire il grafico analizzato di linee che poi non funzionano come supporto o resistenza e il prezzo le supera come se non ci fossero. Dobbiamo tenere soltanto quei livelli che sono chiaramente utili all’analisi e possono aiutare la nostra operatività di trading.

Per stabilire l’importanza delle linee di supporto o di resistenza dovrai considerare alcuni fattori.


I 4 FATTORI PER INDIVIDUARE SUPPORTI E RESISTENZE IMPORTANTI

Questi sono 4 semplici fattori che possono individuare resistenze e supporti statici, o dinamici, che siano utili per trovare i livelli chiave dove il prezzo può trovare un ostacolo nella sua direzione.

Quando devi tracciare supporti e resistenze devi ricordarti questi quattro fattori:


1.
Più volte il livello respinge i prezzi più è importante

Se nel livello di supporto, o resistenza, tracciato sul grafico, vediamo che il prezzo ci ha già rimbalzato, o è stato respinto, per più volte allora tale livello avrà un valore notevole.

Osserva il grafico qui sotto.

Supporti-e-Resistenze-grafico-settimanale

Il prezzo ha sbattuto per ben 3 volte sullo stessa resistenza statica, tale livello si conferma essere una resistenza da tenere d’occhio al prossimo avvicinamento del prezzo.


2.
Se nello stesso livello vengono identificati più fattori come supporto/resistenza prende maggiore importanza

Se ad esempio nello stesso livello di supporto/resistenza passa una trend-line, e nello stesso livello viene identificato un supporto dinamico dato un precedente minimo allora tale livello sarà ancora più importante.

I fattori possono anche essere più di 2, prendiamo per esempio il grafico analizzato prima che aveva come livello di supporto una trend line, un dei Livelli di Fibonacci e un supporto statico dato da un precedente minimo.


3.
Più è ripido il movimento fermato, o invertito, più il livello prende importanza

Se un livello di supporto ferma una discesa molto ripida del prezzo allora vuol dire che tale livello ha una forza notevole. Stesso discorso per i livelli di resistenza che fermano trend rialzisti molto forti e ripidi.

Osserva i supporti che ti ho evidenziato nel grafico qui sotto.

Supporti che fermano trend ribassisti

Guarda come i supporti statici che ti ho identificato sul grafico hanno fermato la caduta quasi verticale dei prezzi.

L’ultimo supporto identificato è stato toccato per due volte e dopo è partita la salita dei prezzi, che ad oggi sta durando, se un domani il prezzo si avvicinerà nuovamente a quel supporto ci sarà da valutare eventuali occasioni di acquisto.


4.
Più alti sono i volumi scambiati sui supporti e resistenze più il livello è significativo

Questo aspetto è di più fine interpretazione.

Dovrai guardare se gli scambi sono in aumento quando le contrattazioni si trovano al livello del supporto o della resistenza, questo significa che sui quei livelli il mercato ha interesse nel sostenere la tenuta del livello.

Il grafico qui sotto ti mostra l’inversione di trend avvenuta dopo che il prezzo ha rimbalzato sopra un supporto statico.

Supporto statico nel trading

In questo caso abbiamo assistito ad una perfetta inversione di trend, da ribassista a rialzista, dopo che il prezzo ha trovato supporto durante la sua discesa.

I volumi hanno confermato la validità del supporto statico, nel riquadro ti indico i volumi degli scambi relativi al periodo in cui il prezzo ha effettuato il test dell’area supportiva. Osserva come sono letteralmente esplosi verso l’alto nel momento in cui il prezzo ha testato l’area del supporto statico identificato.

Questo fattore avrebbe confermato ancora la validità del supporto trovato dal prezzo.

Questi sono i 4 fattori per dare importanza ad un supporto ed una resistenza, ora facciamo un esempio.

Come tracciare Supporti e Resistenze quando analizzi un grafico

Passiamo ai grafici per capire come tracciare supporti e resistenze sul grafico, e come comportarti quando cerchi livelli interessanti per la tua operatività.

Stiamo osservando un time frame settimanale del titolo Assicurazioni Generali, partiamo da lontano. Se vedi qualche differenza nelle ultime candele è perché mentre scrivo le contrattazioni di borsa sono aperte.

Riconoscere supporti e resistenze

Questo è il grafico da cui partiremo per riconoscere i supporti e le resistenze nel trading.

Stiamo osservando candele settimanali e ci accorgiamo subito, dalle ultime 4 sulla destra, che il titolo è in forte caduta. Per iniziare dobbiamo trovare un supporto statico o dinamico al prezzo, che possa fermare la discesa.

Ne ho già visto uno all’incirca dove sta scambiando il prezzo ora, te lo mostro subito.

Supporti statici analisi tecnica

Perché questo supporto sul grafico ha colpito la mia attenzione??

La risposta puoi trovarla da solo, per non sbagliare ho messo delle frecce.

In passato il prezzo è rimbalzato per ben 3 volte (frecce verdi sulla sinistra), indicando che tale livello è stato un ottimo supporto statico, inoltre lo stesso supporto ha funzionato bene anche come resistenza, dopo che si era verificata la rottura (frecce rosse).

Anche se circa a metà del grafico il prezzo ci è passato sopra più volte dobbiamo tenerlo d’occhio, e a breve capirai il perché.

Stesso grafico con una cosina in più.

Ritracciamenti di Fibonacci come supporto

Le linee tratteggiate sono i Ritracciamenti di Fibonacci, il trend tenuto in considerazione per tracciarli è quello che parte dal minimo più basso (circa a metà grafico) all’ultimo massimo più alto prima che partisse la correzione verso il basso.

In poche parole il range per il calcolo dei ritracciamenti è quello compreso tra le 2 linee viola non tratteggiate, una in basso e l’altra in alto.

Il prezzo sta scambiando in prossimità del 50% di Fibonacci, questo è un ulteriore tassello che darà importanza al supporto statico identificato.

Possiamo fare ancora qualcosa, ti mostro lo stesso grafico avvicinando l’inquadratura.

Supporto dato da trend line

Facendo partire una trend-line che collega i due minimi crescenti all’inizio del trend rialzista, la linea arriva precisamente sotto gli scambi dell’ultima candela che stiamo osservando.

Questo è il terzo fattore presente nello stesso livello!

Ti sembra poco??

Ricapitolando:

  1. Nel livello osservato è presente un supporto statico dato da vecchi massimi e minimi

  2. Nella stessa area siamo in presenza del 50% di Ritracciamento di Fibonacci inerente al trend rialzista non ancora smentito

  3. Ulteriore supporto dinamico viene dato dalla trend-line rialzista inerente al trend analizzato

 Possiamo ufficialmente dire che tale supporto ha buone probabilità di reggere.

Significa che dobbiamo comprare queste azioni con tutti i soldi che abbiamo a disposizione??

Mi sembra una grandissima cazzata, non farlo, ho detto che ci sono buone probabilità mica che abbiamo la certezza!

Trovare supporti e resistenze serve ad avere una situazione più chiara di eventuali ostacoli sulla via del prezzo. Adesso vediamo come usare i livelli identificati per la nostra metodologia di trading.

Come fare trading con SUPPORTI E RESISTENZE

Calcolare supporti e resistenze sul grafico può essere una metodologia di trading operativa a tutti gli effetti.

Se continuiamo nell’analisi del grafico iniziata prima, possiamo analizzare più in profondità il prezzo una volta che si avvicina all’area di resistenza o di supporto identificata.

Scendiamo di time frame e verifichiamo come si comporta il prezzo su questi livelli, passiamo al grafico giornaliero e tracciamo i relativi livelli di supporto e resistenza.

Supporti e resistenze giornalieri

Stesso titolo di prima ma analizzato con candele giornaliere, inoltre ho aggiunto l’indicatore dei volumi e l’oscillatore Stocastico.

Perché proprio questi due indicatori??

Il primo motivo è perché fanno parte delle mie strategie di trading, e secondo perché possiamo tirare fuori altri 2 dati interessanti.


1° Dato

I volumi sono in espansione mentre le contrattazioni scambiano sul livello di supporto. Osserva come sono alti rispetto alla media mobile su di essi.

In realtà dovremmo verificare l’espansione volumetrica su un eventuale secondo minimo fatto sul supporto, ma non posso spiegarti quest’ultimo punto altrimenti allungherei troppo questo post, lascia la tua email e tieniti aggiornato sulle prossime pubblicazioni 😉


2° Dato

L’oscillatore Stocastico è in procinto di mettere a segno una divergenza rialzista, altro fattore che aumenta le probabilità di tenuta del supporto analizzato.

La divergenza rialzista non è ancora stata completata quindi è bene non correre, quando vedremo l’oscillatore chiudere con un minimo più alto del precedente allora questo supporto prenderà ulteriore valore.

Se vuoi imparare ad utilizzare lo stocastico, soprattutto quando mette a segno divergenze su livelli di supporto e resistenza, leggi questo mio articolo: Oscillatore Stocastico.

Arrivati a questo punto nell’analisi l’ideale sarebbe, dopo aver stabilito l’importanza del livello di supporto identificato, cercare delle conferme per entrare a rialzo sulla tenuta del supporto.

Le conferme possono arrivare dalle candele e dai relativi pattern rialzisti. Un doppio minimo piuttosto che un engulfing bullish potrebbe andare bene, piuttosto che la rottura di una resistenza dinamica vicino al supporto identificato.

Ti rimando a questo mio articolo dove ti spiego alcune tecniche di trading per entrare a mercato grazie ai pattern fatti dalle candele giapponesi: candele giapponesi.

Ricorda ancora un’altra cosa: se questo supporto dovesse tenere l’importanza che avrà in futuro sarà ancora maggiore. Guarda quanto è ripido il movimento fermato!

SUPPORTI e RESISTENZE: considerazioni finali

Questo è quanto possiamo estrapolare dall’analisi tecnica con l’identificazione di supporti e resistenze su questo titolo azionario, potremmo fare molte altre considerazioni, ma questo è servito per avvicinarci al prezzo individuando i livelli chiave nel grafico.

Riconoscere supporti e resistenze è un vantaggio visivo e operativo nel campo dell’analisi tecnica, esistono piattaforme di trading che possono tracciare supporti e resistenze automatici, con tutti i limiti del caso.

Cerca sempre di lasciare il grafico più pulito possibile, non cadere in tentazione di tracciare miriadi di trend-line, usare molteplici indicatori, e tutto quanto puoi fare sul prezzo, perché altrimenti vedrai supporti e resistenze ovunque.

Rimani focalizzato sulla tua strategia di trading e tieni il grafico ordinato.

Dopo questa analisi non ti rimane che andare nella tua consolle di trading e impostare gli allarmi per entrare in posizione, se non hai una strategia per aprire una posizione hai un motivo in più per tenerti aggiornato sul blog 😉

2 Comments
  • Vittorio de blasiis
    Posted at 13:52h, 09 febbraio Rispondi

    Ciao, in una strategia che si basa su un orizzonte temporale medio/lungo, i supporti e le resistenze è meglio tracciarli sul grafico settimanale o sul grafico giornaliero ?

    Grazie ancora !

    • Adriano
      Posted at 09:03h, 10 febbraio Rispondi

      Ciao Vittorio, ha senso tracciare supporti e resistenze su entrambi i timeframe, valuta sempre però la loro bontà utilizzando i consigli che leggi in questo articolo.

Post A Comment